Quando si decide, oppure si è costretti, a dover eseguire lavori di ristrutturazione della nostra casa, vi sono alcuni passi da fare per avere un lavoro finito realizzato in tutte le sue parti i maniera ottimale e rispettando il budget prefissato.
Per prima cosa bisogna sempre realizzare ed avere ben chiaro quali sono i lavori edili da eseguirsi, e per una ristrutturazione più profonda, essere in possesso di un progetto redatto da un tecnico. Il professionista eseguirà anche un computo metrico dei lavori per poter essere affidato alle impresa edile che fornirà i propri prezzi ed avere così un preventivo. Nel caso in cui la ristrutturazione edile non sarà seguita da un tecnico, allora la stessa impresa dovrà fornire un preventivo dettagliato in tutte le sue parti dove saranno indicati le quantità e i prezzi delle singole lavorazioni, e quando non è possibile, dovrà indicare il prezzo della mano d’opera necessaria per eseguire le lavorazioni più particolari.
Altre informazioni su lavori per pavimento sollevato oppure conoscere i costi per intonaco deumidificante.

 





Le voci del preventivo di ristrutturazione
Un preventivo per un intervento edile in genere, e per lavori di ristrutturazione nello specifico, è composto da un elenco di voci dove sono indicate le diverse lavorazioni da eseguirsi a carico dell’impresa. Si può fornire alla ditta un computo dei lavori ed essa si limiterà a indicare il prezzo unitario, oppure l’impresa può fornire un preventivo dove sia le lavorazioni che i costi soni forniti dalla stessa impresa. Un preventivo può essere redatto a misura, cioè dove ogni singolo intervento o fornitura è indicato attraverso la misurazione della quantità e con indicato il prezzo unitario, oppure a prezzo chiuso, cioè con l’indicazione del costo totale per tutti i lavori da svolgersi, che saranno ovviamente indicati nel preventivo stesso.

I prezzi di ristrutturazione
Come già detto in precedenza, i preventivi in genere forniscono le singole lavorazioni o forniture per ogni intervento di ristrutturazione da fornire all’impresa edile che dovrà indicare i prezzi unitari o complessivi. Per cui la fase fondamentale è la preparazione del computo metrico dei lavori, dove nelle singole voci siano indicate con precisione sia la tipologia che la quantità e dove venga ben specificato se si tratta di semplice fornitura, di fornitura e collocazione o solamente di collocazione di materiali forniti dalla committenza.

Confronto tra preventivi
Quando dobbiamo eseguire lavori di ristrutturazione edile, come detto in precedenza, è importante avere più di un preventivo, in modo da poter eseguire un confronto e poter scegliere l’offerta più vantaggiosa. Ma come dovranno essere redatti questi preventivi per poter consentire un confronto oggettivo? Per prima cosa è importante che le ditte scelte siano di massima fiducia o almeno abbiano le migliori referenze, per evitare di scegliere la migliore offerta e doversene pentire in corso d’opera per la qualità scadente dei lavori in esecuzione. Un confronto tra preventivi per lavori edili si può eseguire quando le voci indichino le medesime lavorazioni e quantità.

Chi esegue i preventivi

In base all’importanza del lavoro di ristrutturazione di una casa, ci affideremo o meno ad un tecnico. Quando è presente un professionista, costui in fase progettuale redigerà il computo metrico dei lavori che sarà fornito alle diverse imprese scelte che indicheranno i loro prezzi unitari o l’offerta complessiva, in base agli accordi, sull’intervento. Nel caso in cui non ci siamo affidati ad un progettista, specialmente per una ristrutturazione di minore entità, allora indicheremo alle imprese i lavori che desideriamo realizzare, e le imprese stesse forniranno un preventivo dove saranno compresi e indicati sia le lavorazioni necessarie che il prezzo unitario, se l’impresa procederà in fase preliminare, ad eseguire alcune misurazioni, essa stessa potrà nel preventivo fornire anche la quantità di ogni singola lavorazione da eseguire.
Consigliamo di far preparare un preventivo ad almeno due imprese specializzate in lavori di ristrutturazione edile, in modo da poter fare un confronto tra le proposte, ma attenzione nella scelta dell’impresa, non affidiamoci al primo venuto, cerchiamo di avere delle referenze e chiediamo i chiarimenti del caso quando il preventivo sarà pronto.
Dopo la scelta dell’impresa, si passi ad un contratto scritto, o almeno chiarire nello stesso preventivo, tutti i punti principali e le condizioni per l’esecuzione dei lavori e i pagamenti da eseguire. Adesso siamo pronti per incominciare i nostri lavori di ristrutturazione edile sulla nostra casa o nel nostro appartamento.

Il preventivo per lavori edili

Un preventivo, in generale, dovrà contenere tutte quelle informazioni necessarie per poter valutare ed avere contezza dell’importo di un lavoro edile. Per un intervento di ristrutturazione il preventivo è più complicato, proprio per le caratteristiche particolari dell’intervento edile da eseguire. Quasi sempre non si potranno mai avere certezze sui lavori da eseguire, per quanto si cercherà di redigere un computo metrico puntuale, si troveranno in corso d’opera delle novità o delle sorprese che non erano state considerate in fase progettuale. In genere, per lavori di ristrutturazione o di manutenzione, è prassi comune indicare una percentuale in più , intorno al 15 %, del prezzo finale per considerare i possibili interventi non preventivabili, perché non visibili per esempio o perché si rendono necessarie in corso d’opera.
I prezzi indicati saranno prezzi unitari, cioè per esempio per la pavimentazione si parlerà di euro al metro quadrato, così per battiscopa avremo euro al metro lineare, mentre per il calcestruzzo si avrà un prezzo unitario di euro al metro cubo, per la fornitura di ferro invece avremo euro al chilogrammo. È importante conoscere le unità di misura dei prezzi, per poter eseguire le misurazioni conseguenti in fase di contabilità dei lavori. Misurazioni e tipologia sono di solito indicati nei capitolati d’appalto. Non ci stanchiamo di ripetere che due preventivi devono essere confrontati partendo dal paragonare le singole voci e i singoli prezzi di applicazione, e solo dopo, confrontare il totale dell’importo finale dei lavori, ma sempre a parità d lavorazioni proposte e di indicazione di prezzi unitari.