Il mutuo per la ristrutturazione della prima casa è studiato per consentire l’uso dei capitali finanziati per eseguire lavori sia all’interno che all’esterno della nostra casa. Il mutuo finanziato viene erogato per diverse tipologie di interventi: lavori di piccola entità, per esempio il rifacimento degli interni, installazione di nuovi infissi, lavori di impermeabilizzazione sul terrazzo, ma anche interventi più complessi, come la ristrutturazione strutturale della casa fino ad arrivare alla vera e propria costruzione di accessori, ampliamenti sopraelevazioni.
Il mutuo ristrutturazione può finanziare fino all’80% del valore dell’immobile ed il vantaggio maggiore di questa tipologia di mutuo di ristrutturazione consiste nel fatto che il valore preso come riferimento dell’immobile non è quello allo stato pre-ristrutturazione, ma quello che la casa avrà a lavori conclusi di ristrutturazione.
Per richiedere un mutuo ristrutturazione specifico per la prima casa ad una banca, sono richiesti praticamente gli stessi documenti necessari per i mutui acquisto casa; ed inoltre anche ulteriori documenti, quali:l preventivo di spesa della ditta o del professionista abilitato che realizzerà i lavori di ristrutturazione, e se l’intervento di ristrutturazione si può considerare come manutenzione straordinaria, è necessaria anche il progetto edilizio e la DIA o la SCIA. Se si tratta di opere dove è obbligatorio il permesso di costruire, allora dovrà essere anch’esso allegato.
Per altre notizie, informazioni o strumenti presenti sul web, si visitino: prestiti per ristrutturazione casa, i mutui ristrutturazione ed anche UniCredit mutui.

 





Requisiti per il mutuo prima casa
Ottenere un mutuo richiede dei requisiti particolari, e quelli necessari per l’acquisto o la ristrutturazione della prima casa sono ancora più precisati. Ottenere un mutuo per la prima casa è vantaggioso perché prevede sia notevoli detrazioni fiscali sia tassi d’interesse convenienti. Ma come detto prima, un mutuo per ristrutturare o acquistare la prima casa, ha bisogno di alcuni requisiti specifici, e principalmente: che sia un immobile unico, non più grande di 160 mq. Altrimenti si viene indicata come abitazione di lusso; non essere in possesso dell’usufrutto o della nuda proprietà di un altro immobile; la casa da acquistare deve essere ubicato nel comune di residenza del mutuatario; essere maggiorenni e residenti in Italia; avere un reddito familiare sufficiente per rimborsare comodamente la somma richiesta, generalmente molte banche considerano come rata massima di rimborso il 35/45% del reddito dei richiedenti; non aver avuto ritardi o mancati pagamenti per finanziamenti richiesti in passato e quindi non essere segnalati nelle varie banche dati, tra le più conosciute ricordiamo la CRIF. Senza questi requisiti non si avrà diritto al mutuo prima casa.

Calcolo rate mutuo prima casa Come eseguire il calcolo delle rate di un mutuo per la ristrutturazione o costruzione della prima casa? Possiamo rivolgerci direttamente agli sportelli della nostra banca e chiedere che effettuino delle simulazioni, oppure utilizzare gli strumenti proposti online. Per un calcolo veloce online si può usufruire del motore di calcolo presente in miglior mutuo o in altri siti web simili. Abbiamo eseguito una simulazione e si sono ottenuti i seguenti risultati: importo richiesto di 50 mila euro, in 120 rate (10 anni) con un tasso del 5%, si ottiene una rata di 530 €, dove, ovviamente nelle prime rate è maggiore la quota interesse, nelle ultime la quota capitale. Un`altra simulazione fatta riguarda qual è la rata massima ottenibile con fissato il reddito; così abbiamo ipotizzato un reddito annuo di 20 mila euro, ottenendo una rata massima finanziabile di 660 € per un mutuo prima casa.

Agevolazioni per i mutui ristrutturazione
Coloro i quali intendano costruire o ristrutturare l`abitazione principale possono detrarre dall`Irpef, nella misura del 19%, gli interessi passivi e i relativi oneri accessori pagati sui mutui ipotecari accesi a tal fine e stipulati con soggetti residenti nel territorio dello Stato o di uno Stato membro dell`Unione europea ovvero con stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di soggetti non residenti. Ma come si possono usufruire di queste detrazioni? Innanzitutto l`immobile dove operare i lavori di ristrutturazione deve essere la dimora abituale. Se i richiedenti sono personale in servizio permanente delle Forze armate e Forze di polizia,in riferimento ai mutui ipotecari per la costruzione e/o ristrutturazione di un immobile costituente unica abitazione di proprietà, si prescinde dal requisito della dimora abituale.

Preventivi mutuo ristrutturazione prima casa

Non fermiamoci alla prima proposta per un mutuo per ristrutturare la nostra prima casa, ma richiediamo almeno un paio di preventivi in modo da poter scegliere l’offerta migliore, senza dimenticare che ormai diversi sono i siti online che propongono dei calcolatori dove ottenere in tempi rapidissimi, praticamente in tempo reale, i preventivi migliori sul mercato.
Ma anche visitando i siti delle diverse banche si possono ottenere sia informazioni che preventivi online sui mutui specifici.
Per avere preventivi online si può visitare la pagina specifica sui mutui ristrutturazione di facile.it e verificare i preventivi sui mutui proposti dalle banche o finanziarie italiane.
Ricordiamo sempre che un mutuo prima casa, sia per acquisto che per ristrutturazione, è un prestito ipotecario rivolto a coloro che non sono ancora proprietari di alcun immobile (appunto prima casa) e costituisce la tipologia di mutuo più comunemente richiesta dai clienti in Italia. Quindi si comprende che tutte le banche propongono mutui prima casa e ottenere preventivi anche online non è difficile. Ovviamente bisogna valutare con attenzione i preventivi proposti, infatti il miglior preventivo sarà quello che si avvicina di più alle proprie esigenze, infatti per qualcuno la proposta migliore è quella con un numero di rate elevate di importo basso, per altri sarà quello con i tassi minori, anche se propongono rate di importo elevato e di numero ridotto.
Alla fine rimane sempre il solito principio base: avere più preventivi e proposte su cui poter scegliere il più adatto a noi.

Condizioni per i mutui agevolati prima casa

Da qualche anno in Italia è presente una convenzione che consente di incrementare l’erogazione di mutui agevolati per l’acquisto della prima casa e per la ristrutturazione.
Le banche possono elargire tassi agevolati per un mutuo. Fondamentalmente esistono tre tipologie di mutuo agevolato: i mutui per l’acquisto di una abitazione principale senza interventi di ristrutturazione, i mutui destinati ai soli interventi di ristrutturazione ed infine i mutui, con importo elevato, che oltre all’acquisto della prima casa comprendono anche la ristrutturazione, in generale potranno avere una durata di 10, 20 o 30 anni.
I mutui agevolati consentono una riduzione del tasso d’interesse, una riduzione del rimborso capitale oppure sconti e sgravi fiscali. Possono ottenere mutui agevolati i lavoratori dipendenti, i dipendenti statali, le giovani coppie e altre situazioni particolari, inoltre tali finanziamenti prevedono un contribuito che copra una parte del rimborso del capitale o degli interessi del prestito, o comunque una riduzione del carico fiscale sul mutuo. Di queste agevolazioni si occupa l’ente istituzionale interessato che sia Stato, Regione o altro.
Come detto, i mutui o i prestiti non vengono erogati soltanto per l`acquisto della prima casa ma anche per la ristrutturazione della stessa oppure per l`acquisto e per i successivi lavori di ristrutturazione.
Inoltre, se si è accorti, si riesce a risparmiare anche usufruendo delle varie agevolazioni fiscali sempre presenti, come le detrazioni per i lavori eseguiti, oppure la possibilità di avere una IVA ridotta sui materiali acquistati o sui lavori eseguiti.