Le pareti interne di ogni edificio, sia per civile abitazione che per ogni altro uso, devono essere rifinite con l’applicazione dell’intonaco. L’intonaco civile per interni viene classificato generalmente sulla base dei leganti usati, e possiamo classificarli in: intonaco a base di calce, calce-cemento, a base di gesso.
In questa sezione e nelle pagine che la compongono, parleremo del rifacimento completo del rivestimento delle pareti e dei semplici ritocchi o riparazioni.
parleremo delle cause più comuni di ammaloramento, e cioè per problemi di umidità, per fessurazioni dovuti alla struttura portante e così via.
Senza dimenticare di parlare delle modalità di esecuzione, dei prezzi e dei costi che si devono approntare per avere un lavoro eseguito a regola d’arte. Senza dimenticare che per un buon risultato è meglio utilizzare alcuni accorgimenti, come per esempio l’uso dei profili in ferro per gli spigoli e gli angoli.

 





Il rifacimento dell’intonaco interno
Vediamo quali sono gli aspetti su cui prestare attenzione quando un’impresa deve rifare l’intonaco della nostra casa: per avere una parete ben fatta col materiale ben aderente è necessario che siano passati almeno 30 o 40 giorni dalla realizzazione della parete da intonacare, se questo è un muro nuovo. Se la muratura è in pietra, deve essere adeguatamente bagnata per avere una presa migliore. Se la parete è molto grande conviene che l’impresa realizzi delle bande verticali in modo da avere superfici minori dove creare lo strato di intonaco, in questo modo avremo una superficie omogenea-. Per rifare la rifinitura delle pareti interne non è necessario richiedere nessuna autorizzazione preventiva o comunicare all’Ente comune l’inizio dei lavori. Infatti questo tipo di intervento è considerato come manutenzione ordinaria.

Problemi con l’intonaco interno
L’intonaco interno può evidenziare problemi non solo a causa di fattori esterni come umidità, muffe etc, ma spesso anche per cause intrinseche allo stesso intonaco. Infatti i materiali usati devono presentare alcune specifiche caratteristiche che, se non vengono rispettate, possono causarne il deterioramento. Nella pagina relativa sarà trattato in maniera più approfondito l’argomento, cercando di fornire informazioni sulle maggiori problematiche e su quali soluzioni presenta il mercato. Inoltre daremo alcune soluzioni alle cause più comuni di ammaloramento dell’intonaco civile per interni, parlando di costi e di prezzi sia dei prodotti che dell’eventuale intervento di una impresa.

Riparazioni sugli intonaci interni
Può capitare di dover eseguire delle riparazioni sulle pareti interne, in base al grado e alla quantità di intervento possiamo decidere di eseguire il lavoro personalmente, con un semplice fai da te, o essere costretti a fare intervenire un’impresa edile. le fasi della riparazione, comunque sono sempre le stesse: eliminare tutto l’intonaco danneggiato e pulire la muratura di sottofondo per creare una superficie levigata e porosa. successivamente preparare la malta e bagnando la parete di applicazione, stenderla e poi passare alla lisciatura fino ad ottenere una superficie perfettamente levigata, lasciare asciugare bene (un paio di giorni almeno) prima di tinteggiare.

I prezzi

I costi per rifare un intonaco all’interno della nostra casa sono in funzione di alcuni parametri fondamentali: innanzitutto la tipologia di materiale che si desidera utilizzare, poi la scelta dell’impresa che eseguirà i lavori, senza dimenticare di valutare i lavori eventuali da eseguire per eliminare la causa che ha portato al rifacimento dello stesso. Online possiamo trovare i prezzi di alcuni materiali, dagli intonaci alle pitture, ma anche i prezzi medi che offrono le diverse aziende nella nostra città, imprese che sempre più spesso hanno un proprio sito online dove presentano le loro capacità e forniscono informazioni sui prezzi al metro quadro per i lavori da eseguire.

Attrezzi per intonacare

Ma quali sono gli attrezzi più comuni per realizzare un intonaco? Lasciando da parte le macchine intonacatrici, sempre più utilizzate dalle imprese edili che consentono tempi di lavorazione più veloci, trattiamo dei tradizionali strumenti per intonacare e rifinire le pareti, valendo sia per interni che per esterni. Abbiamo così i raschiatori, che possono essere a denti accoppiati ed a denti triangolari. I frattazzi, ultimamente vengono realizzati in plastica con spugna di diverse dimensioni e spessori. Poi abbiamo “regola” per poter lisciare in maniera uniforme la parete nella fase iniziale e al grezzo. Sono realizzate in legno, in alluminio e ultimamente anche in plastica, di dimensioni in genere 2 mt, 3 mt.