I motivi per sostituire uno o tutti i pezzi sanitari in bagno sono diversi: perché vogliamo rinnovare l’arredo del bagno con pezzi più moderni e di design, oppure a causa di guasti, ma anche perché accidentalmente si sono rotti o scheggiati, per un urto o per la caduta di qualcosa di pesante o per un altro qualsiasi motivo.
Alcuni elementi possono essere sostituiti senza la necessità di interventi complicati o opere edili, come per esempio il lavabo o il bidet, ma se vogliamo sostituire la vasca o la doccia, allora l’intervento diventa più invasivo è si ha la necessità di eseguire sia opere edili che opere idrauliche. In questo spazio cercheremo di fornire consigli, parametri di riferimento, che possono essere utili prima di affrontate un lavoro di sostituzione.
In questa pagina daremo maggiore attenzione alla sostituzione della vasca da bagno, del wc e della doccia.

 





Sostituzione del wc
Forse tra i diversi pezzi sanitari presenti in bagno, quello più a rischio di sostituzione è il wc, infatti è più soggetto a rimanere intasato o a subire lavori di manutenzione. Si può tentare di avventurarsi con un fai da te, ma si rischia di fare un lavoro non a regola d’arte e spendere anche di più, quindi conviene rivolgersi ad una ditta. Purtroppo, in base al tipo di intervento, si può essere costretti ad aver bisogno sia di un muratore che di un idraulico, specialmente se si deve intervenire sulla colonna di scarico o se la tazza risulta essere murata.
Il wc può essere con scarico a pavimento o a parete, questo differenzia il tipo di intervento, infatti se si deve intervenire anche sullo scarico saremo costretti a smontare le piastrelle del pavimento o del rivestimento.
Sostituire il solo wc ci costringe però ad avere i pezzi sanitari di modello diverso, infatti diventa difficile trovare un pezzo uguale a quelli esistenti, specialmente se è trascorso molto tempo dalla loro istallazione, ed è praticamente impossibile che chiunque di noi abbia acquistato un wc di ricambio! Questo porta alla fine a decidere la sostituzione integrale di tutti i pezzi sanitari del bagno.

Sostituire la doccia

Sostituire o sovrapporre il piatto doccia? Col tempo il piatto doccia può subire usura o degrado con deterioramento non solamente estetico, ma spesso anche di funzionalità. In questi casi si è costretti a sostituire il patto doccia, ma se on si hanno problemi con gli scarichi, sempre più spesso la soluzione ideale è quella di sovrapporre una nuova doccia sull’esistente con una sigillatura e un fissaggio del nuovo piatto con l’esistente attraverso il poliuretano. In questo modo si riducono i temi di intervento, non si devono eseguire opere murarie e i costi saranno ridotti sicuramente.
Il punto focale diventa sempre come eseguire i lavori per sostituire la doccia, cioè se bisogna rivolgersi ad una impresaedile oppure operare col fai da te.

Sostituzione della vasca da bagno
Gli interventi sulla vasca da bagno possono essere differenti, si può andare dal rifare la smaltatura fino a dover sostituire la vasca, quindi si intuisce che i costi sono notevolmente differenti. Ultimamente esiste la possibilità di intervenire per riparare o sostituire la vasca senza dover intaccare le piastrelle del rivestimento.
Infatti l’intervento consiste nella eliminazione e sostituzione della sola parte metallica lasciando inalterato il rivestimento murario. In genere la vasca nuova sarà in metacrilato e rinforzata in vetro resina. Ma si può anche sovrapporre la nuova vasca sopra la vecchia riducendo ancor di più l’invasività dell’intervento fino a risaltare la vasca esistente, però in questo caso l’intervento può essere eseguito su vasche senza rivestimento murario, di quelle vasche modello antico con piedini per intenderci.
Altrimenti l’intervento comporta la demolizione del rivestimento murario, l’eliminazione della vecchia vasca, la collocazione della nuova con le opere idrauliche necessarie e il ripristino finale della muratura e del rivestimento con le piastrelle, con costi notevolmente superiori.

Sostituire la vasca con la doccia

Uno degli interventi più richiesti è sostituire la vasca da bagno con la doccia, guadagnando quello spazio, sempre utile in ogni casa moderna. vediamo quali solo le comuni fasi lavorative: per prima cosa è importante conoscere gli spazi a disposizione, le dimensioni della vasca vecchia e della doccia nuova da posizionare; in questo caso riteniamo comodo affidarsi a personale esperto, o procedere personalmente, ma tenendo conto di tutti i vari aspetti, anche i più nascosti, infatti sostituire la vasca con la doccia non si limita alla sostituzione materiale dei due pezzi sanitari, ma l`adattamento della parte scarichi e della parte impiantistica. Successivamente si scelga l`impresa che dovrà eseguire il lavoro di sostituzione, sono necessari un esperto in lavori edili e un idraulico, sia per la rimozione della vasca che per il montaggio della doccia e la sistemazione delle piastrelle e di ogni altro lavoro edile da eseguire. L`impresa dovrà non solo sostituire la vasca da bagno ma procedere anche al suo smaltimento, all`esecuzione dei nuovi lavori, all`allacciamento dell’impianto di scarico al nuovo box doccia, alla posa in opera del piatto doccia e, spesso anche, a spostare i rubinetti per la nuova esigenza; si dovranno collocare le piastrelle nella parte mancante nelle pareti, dove prima vi era la vasca. Sostituire la vasca con la doccia, come si vede, è un vero e proprio lavoro di ristrutturazione edile con dei costi che possono essere notevoli, se ci si affida a personale non esperto.